Progetto

Ci sono due date, quella del 5 settembre e quella del 4 ottobre che raccolgono attorno a loro l’attenzione su due valori umani davvero fondamentali: la Carità (con la giornata internazionale indetta dall’ONU ogni 5 di settembre) e il Dono (con la giornata nazionale introdotta nel 2015).
Attorno a questi due valori si sono raccolte nel corso dei secoli importanti esperienze che hanno tracciato il profilo culturale, sociale, spirituale e religioso di generazioni e generazioni del nostro Paese e della nostra Città e che potremmo raccogliere in questa frase: “del prendersi cura della persona e della comunità”.
Se ci tuffiamo nei sette secoli di storia di IPAB di Vicenza andando a ripercorrere le vicende, i protagonisti, gli investimenti, la progettazione sociale e le forme di comunità, che si sono succeduti ed evoluti nel tempo troviamo un ampio campionario di questo “prendersi cura” simbolicamente rappresentato da un rilevante patrimonio artistico e culturale oggi a disposizione dell’ente. E da questa lunga storia possiamo con facilità (ri)trovare ispirazione per (ri)generare forme di welfare sociale e di comunità in un tempo, quello odierno, avvolto da grandi sfide economiche e sociali legate alla transizione tra due epoche.

Diviene quindi naturale per IPAB di Vicenza spalancare porte e finestre e aprirsi a rinnovate relazioni “di”, e “con”, la Comunità, perché è alla Comunità che si rifà la storia e la vita di questa istituzione. Una storia davvero ricca di tradizioni e opere, dovute alla lungimiranza di molte persone illuminate e di grandi benefattori, che negli ultimi tempi si sono forse un po’ smarrite, ingrigite, o a volte sono state anche tradite.
Ecco quindi che “Tra Dono e Carità” nasce come proposta per la nostra Comunità – fatta di persone, organizzazioni profit e nonprofit, e istituzioni – per percorrere alcune “VIE verso il futuro” attraverso l’approfondimento dei Valori fondanti, per solcare alcuni Itinerari sociali, culturali e artistici, e per conoscere e confrontarsi con Esperienze positive e generative per il welfare del domani.
Un mese di iniziative, comprese tra queste due date simboliche, con l’intento che la proposta possa anche diventare un nuovo appuntamento tradizionale per la città di Vicenza, e per le persone che la vivono e con essa si relazionano, in cui (ri)trovarsi.

Questa prima edizione di “Tra Dono e Carità” è dedicata a
Italo Luigi “Pippo” Righetto e al suo costante “prendersi cura della Comunità”

CALENDARIO DEGLI INCONTRI

(fino al 4 ottobre)

settembre, 2018

13sett(sett 13)20:30(sett 13)20:30La cura dell’anziano, com’è cambiata, come cambierà. Nella comunità e nelle strutture di accoglienzaAppuntamento inaugurale

15sett(sett 15)10:00(sett 15)10:00Educare è avere cura della comunità

17sett(sett 17)20:30(sett 17)20:30L'intelligenza del sogno: lo sviluppo di una capacità individuale per generare benessere collettivo

20sett(sett 20)20:30(sett 20)20:30Alzheimer. La storia di un viaggio

22settalldayalldayMestieri e Saperi nel Chiostro: l’arte di condividere“Passeggiate Patrimoniali” nel complesso architettonico di San Pietro

27sett(sett 27)17:30(sett 27)17:30Workshop: Verso la “Carta del prendersi cura” di VicenzaTracciare le linee guida strategiche per gli attori sociali impegnati ad assistere le fragilità

29sett(sett 29)18:30(sett 29)18:30“Welcome Family” per accompagnare all’autonomiaL’esperienza dell’Associazione “il PomoDoro” tra andata e ritorno, tra il ricevere e il restituire

30sett(sett 30)21:00(sett 30)21:00Dies Auxilii. Il giorno dell'aiuto

Download

La presentazione ed il programma di “tra Dono e Carità” è disponibile anche in formato

SCARICA IL PDF
News

Rassegna stampa – 23.09.2018

By | Rassegna stampa TDEC 2018

Nella rassegna stampa di domenica 23 settembre: un approfondimento sull’équipe multiprofessionali e l’annuncio di due prossimi appuntamenti: giovedì 27, un workshop per aprire la discussione attorno alla proposta di una “Carta del prendersi cura”, e sabato 29 alla Fattoria Sociale il PomoDoro la presentazione del progetto di rete “Welcome Family”.

MESTIERI E SAPERI NEL CHIOSTRO: L’ARTE DI CONDIVIDERE

By | Eventi

Il 2018 è l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Nella giornata di sabato 22 settembre un insieme di soggetti del territorio si raccolgono attorno a Ipab per valorizzarne il patrimonio artistico, storico e di valori Un patrimonio che testimonia la tradizione, i saperi e gli stili di vita che fanno parte del passato della città e non solo.

Itinerari delle Passeggiate
Ore 9.00 Presentazione delle Passeggiate, Chiostro S. Pietro
Ore 9.15 – 13.00 Laboratori Maestri-Allievi nel Chiostro S.Pietro: restauro beni culturali, oreficeria, marmo, pelletteria, incisione, restauro ligneo oltre a una rassegna fotografica del Complesso di San Pietro

Visite Guidate dei Ciceroni (studenti delle Scuole Superiori)
dalle ore 10.00 alle 12.00
Oratorio Boccalotti, Chiesa San Pietro, Oratorio Monache, Chiostro San Pietro

Concerti nel Chiostro S. Pietro
dalle ore 10.00 alle 12.00

Ore 13.00 Rinfresco

Con la collaborazione di Club per l’Unesco di Vicenza, Consiglio dell’Europa – Sede di Venezia, Scuola d’Arte e Mestieri di Vicenza, Scuola “G Fontana” di Chiampo, Liceo Musicale “Pigafetta”, Liceo Artistico “Canova”, Istituto “Da Schio”, Engim e Fattoria Sociale il Pomodoro. Fotografia di Roberto Barcellona.

Album – L’intelligenza del sogno

By | Galleria immagini 2018

Alcuni scatti dall’incontro di lunedì 17 ottobre alla Fattoria Sociale il PomoDoro.

Ospiti:

Remigia Spagnolo, autrice del libro “Un ignoto promettente: realizzare il proprio sogno professionale per un destino ori-geniale” e fondatrice di Professional Dreamers Project
Guido Zovico, tessitore sociale
conduce Margherita Grotto, giornalista di Radio Vicenza

ph. Alessandro Dalla Pozza

Alzheimer. Storia di un viaggio

By | Eventi

Michele Farina è autore del libro “Quando andiamo a casa?”. Un’inchiesta unica nel suo genere che l’autore, giornalista di professione, ha tracciato con delicatezza e potenza, raccontando il viaggio nel mondo di una malattia, l’Alzheimer, per la quale ad oggi non c’è cura. L’autore a 10 anni dalla morta della madre, rivive la propria esperienza ma racconta anche le “facce indimenticabili di persone qualunque”, le storie di speranze e frustrazioni, rabbia e senso di impotenza, ma anche amore e amicizia. A dialogare con lui giovedì 20 settembre alle ore 20.30 in Fondazione Zoé, ci sarà il giornalista Franco Pepe.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Consigliata la prenotazione a questo link.

REGISTRATI e resta in contatto:
riceverai news e anteprime.
(compila il form sottostante)

Contatti

segreteria organizzativa
IPAB di Vicenza
segreteria@ipab.vicenza.it
0444 218812
www.tradonoecarita.it
Facebook: IPAB di Vicenza

X