Mission

Non sono molti quelli che davvero possono dire di conoscere l’attività svolta da Ipab di Vi­cenza, che spazia in numerosissimi e inimmaginabili settori, dato che l’Istituto nasce e tuttora opera, come recita lo statuto, per
“Promuovere e salvaguardare la dignità della persona in stato di bisogno, attuando interventi di carattere socio-sanitario e culturale a tutela dell’infanzia, della famiglia, della maternità, dell’avviamento al lavoro, dello studio, dell’invalidità, della terza età e delle persone dimesse o dimissibili dagli istituti di prevenzione e pena…e a tal fine promuove dirige e coordina iniziative nel campo dell’assistenza sociale e socio-sanitaria, così come in campo culturale”.

Servizi

Proprio per l’ampio campo di operatività previsto dallo statuto, IPAB di Vicenza offre oggi una variegata gamma di servizi, in particolar modo nel settore socio-assistenziale, rivolti prevalentemente alle persone e agli anziani non autosufficienti.
Sono circa 600 le persone coinvolte nelle attività dell’Ente a copertura di una complessa macchina organizzativa che segue più di 800 tra residenti e ospiti.

Centri di servizio gestiti da IPAB di Vicenza:

– Residenza “Girolamo Salvi”
– Residenza “Ottavio Trento”
– Residenza “San Pietro”
– Residenza “Monte Crocetta“
– Residenza “Proti Vajenti Malacarne“

IPAB di Vicenza è socio unico di IPARK Srl che gestisce i seguenti Centri di servizio:

– Residenza “Parco Città”
– Residenza “San Camillo”
– Centro Diurno “Villa Rota Barbieri”
– Centro Diurno “Ottavio Trento”
– Centro Diurno “Bachelet”

Storia

IPAB di Vicenza nasce come denominazione nel 2007, quattro anni dopo la storica fusione, avvenuta il 1° febbraio 2003, delle due grandi istituzioni assistenziali pubbliche presenti in città, ovverosia IPAB Servizi assistenziali, che riuniva gli Istituti “Trento” e “Proti” e l’Istituto “Salvi”, dando vita all’IPAB “Proti Salvi Trento”. Una fusione che fu a sua volta preceduta da un percorso di unificazioni di oltre 40 istituzioni esistenti nel territorio che ebbe inizio negli anni ’80 del secolo scorso. Tuttavia se si esplora lo Statuto, sin dall’articolo 1 si evidenzia come questa sia una delle Istituzioni più antiche, ancora in vita, che Vicenza può vantare, traendo origine dall’ Ospedale di S. Maria della Misericordia, fondato nel 1309, dedito agli infermi e ai pellegrini.

Si tratta quindi di sette secoli di storia che sono riassunti non solo nella mission e nei servizi svolti dall’Ente, ma anche in un rilevante patrimonio mobiliare, composto da quadri, sculture, oreficerie sacre e arredi liturgici: una vera e propria Pinacoteca IPAB. L’Ente è anche dotato di un archivio storico di tutto rispetto che contiene documenti sin dal XIV secolo ed è composto da mappe, manifesti e stemmi.

Inoltre il patrimonio immobiliare è costituito da oratori, chiese, palazzi e monumenti di rilevante valore storico e artistico, tuttora presenti nel tessuto urbano della città e dintorni, che a volte segnano la passata esistenza di strutture per lo svolgersi dell’attività di assistenza e beneficenza. Stiamo parlando, complessivamente, di un patrimonio che è stato oggetto di catalogazione e revisione inventariale e che, pur se in molti casi bisognoso di restauri, è di rilevante entità, per quanto si possano stimare opere che fanno parte della storia dell’arte e che, in alcuni casi, sono di fatto “inestimabili”.

integrare la persona al bene

Amici con IPAB di Vicenza
Il prendersi cura della Persona e della Comunità è compito di tutti, da “io” singolo cittadino sino alle istituzioni pubbliche. Alleanza e prossimità sono le chiavi di questa relazione che aiutano chi ne ha bisogno e rendono viva una città.
IPAB di Vicenza è sempre stato luogo di alleanza e prossimità e la sua lunga storia è alimentata dal donare e dal donarsi di tanti che con piccoli e grandi gesti hanno costruito la socialità a Vicenza.
“Amici con IPAB di Vicenza” intende raccogliere nell’amicizia le disponibilità di quanti desiderano donare o donarsi per sostenere la mission dell’Ente e proseguire questa lunga tradizione vicentina che si può esprimere attraverso:
– forme di volontariato
– promozione di attività culturali e sociali
– donazioni per obiettivi o erogazioni liberali
– lasciti testamentari e lasciti “in vita”
Chiunque desideri conoscere le forme di partecipazione a questo progetto e segnalare la propria disponibilità può contattare IPAB di Vicenza (tel 0444 218812 – segreteria@ipab.vicenza.it)

Sede:
Contrà San Pietro 60
tel. 0444 218812
segreteria@ipab.vicenza.it
www.ipabdivicenza.it
Facebook: IPAB di Vicenza